Luisa Elisabetta di Borbone-Orléans, detta Mademoiselle de Montpensier (Parigi, 11 dicembre 1709 – Parigi, 16 giugno 1742), fu regina consorte di Spagna per il suo matrimonio con Luigi di Spagna. Elisabetta Margherita era conosciuta con il suo primo nome, Elisabetta, ma essa si firmò sempre come Isabelle. Alla morte di sua madre, avvenuta nel 1672, Isabelle si trasferì nel Palazzo del Lussemburgo assieme al figlioletto. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 19 set 2020 alle 21:56. Nel 1715, alla morte del re Luigi XIV suo padre divenne reggente per il successore, Luigi XV. Sempre molto devota, Isabelle commissionò numerose composizioni religiose a Marc-Antoine Charpentier, il compositore di Maria I di Guisa;[5] essa inoltre richiese a Charpentier anche pezzi di musica profana, come opere e pastorali, che vennero eseguiti a corte. Maria Luisa Elisabetta di Borbone-Orléans, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Maria_Luisa_Elisabetta_di_Borbone-Orléans&oldid=115652741, Voci biografiche con codici di controllo di autorità, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. Louise Élisabeth d'Orléans (1709-1742), anavezet e Spagn evel Luisa Isabel de Orleans, a oa ur briñsez c'hall dimezet da Luis Iañ, pe Loeiz Iañ Spagn (1707-1724), roue Spagn eus Genver da Eost 1724, e-pad 229 deiz.. E lez Spagn e oa brudet hec'h emzalc'h iskis, ma veze graet anezhi gant lod La reina loca, ar rouanez foll.. Line: 68 Maria Luisa Elisabetta era spesso in compagnia della cognata Maria Adelaide, duchessa di Borgogna, o presso la residenza del suocero, il castello di Meudon. Dopo la morte del figlio, Elisabetta trascorse ogni estate nel suo Ducato di Alençon e la maggior parte degli inverni presso la corte reale; quando si trovava a Parigi soggiornava presso il Palazzo del Lussemburgo, che le era stato ceduto dalla madre nel 1672, anche se, ossessionata dalla morte del figlio avvenuta, trovava difficile risiedervi a lungo. Le nozze avvennero il 20 gennaio 1722: come moglie dell'erede al trono spagnolo, Luisa Elisabetta fu spiata e accusata di ogni possibile infrazione dell'etichetta. All structured data from the file and property namespaces is available under the. Maria Luisa Elisabetta, duchessa di Berry (20 agosto 1695 – 21 luglio 1719) Carlotta Aglae, duchessa di Modena e Reggio (20 ottobre 1700 – 19 gennaio 1761). [6] Essa morì nel 1696 alla Reggia di Versailles e venne sepolta nel convento carmelitano parigino, tra le suore; la grande fortuna che aveva accumulato durante la sua vita venne lasciata in eredità alla sorella maggiore, nonché l'unica sopravvissuta, Margherita Luisa. Nel luglio 1711, la giovane duchessa diede alla luce, nel castello di Fontainebleau, il suo primo figlio, una bambina, che visse solo due giorni: la sua morte fu attribuita dai medici all'incidente avuto A Melun dalla chiatta che la trasportava per il trasferimento della corte da Versailles a Fontainebleau, nel quale rischiò di perdere la vita. Poco dopo divenne pubblico che il duca di Berry aveva preso come amante una delle sue cameriere. Maria Luisa Elisabetta di Orléans, (Marie Louise Élisabeth) (Versailles, 20 agosto 1695 – Parigi, 21 luglio 1719), nota come Mademoiselle d'Orléans, fu una principessa del sangue di Francia, e, attraverso le nozze con suo cugino il Duca di Berry, divenne una petite-fille de France ed assunse il trattamento di Altezza Reale. Il suo cuore fu portato presso il convento della Val-de-Grâce di Parigi dal vescovo di Sens, e il suo corpo all'abbazia di Saint-Denis. Divenuta petite fille de France ebbe diritto di avere una propria corte e sua dama d'onore fu Maria Gabriella de Durfort de Lorges, moglie di duca di Saint Simon e sua dama di compagnia sua cugina Maria Anna di Borbone-Condé. Quando si discusse in alternativa del matrimonio del duca di Berry invece con Maria Luisa Elisabetta, la zia avrebbe messo in giro la voce di una sua relazione incestuosa con il padre. La chiusura al pubblico dei Giardini del Lussemburgo la rese impopolare ai parigini. Seconda dei cinque figli di Gastone d'Orléans e di Margherita di Lorena-Vaudémont, non venne cresciuta assieme ai fratelli, bensì in un convento, dal momento che essa era stata destinata a diventare badessa di Remiremont. Maria Luisa era la prima figlia del duca Filippo I di Borbone-Orléans e della sua prima moglie Enrichetta Anna Stuart. Function: _error_handler, File: /home/ah0ejbmyowku/public_html/application/views/user/popup_harry_book.php Un altro partito che venne considerato fu suo cugino Enrico Giulio di Borbone, futuro principe di Condé e Principe del Sangue; quest'opportunità venne però scartata in quanto egli preferì la principessa tedesca Anna Enrichetta del Palatinato, nipote della Regina di Boemia. Il suo cuore fu portato presso il convento della Val-de-Grâce di Parigi dal vescovo di Sens, e il suo corpo all'abbazia di Saint-Denis. Function: view, File: /home/ah0ejbmyowku/public_html/application/controllers/Main.php La duchessa ordinò che le governanti del figlio continuassero a ricevere il loro stipendio annuale. Il 15 marzo 1725, prese discretamente la via di Parigi, dove morì nel 1742, dimenticata da tutti. Elisabetta Margherita d'Orléans (Parigi, 26 dicembre 1646 – Versailles, 17 marzo 1696[1]) fu Duchessa d'Alençon suo jure e Duchessa di Guisa e Joyeuse per matrimonio. Nel settembre del 1715, a Luisa Elisabetta fu dato il Palazzo del Lussemburgo come sua residenza parigina, dove dava magnifici banchetti. Il matrimonio venne celebrato il 6 luglio del 1710 nel palazzo di Versailles dal cardinale di Janson. Elisabetta Margherita d'Orléans (Parigi, 26 dicembre 1646 – Versailles, 17 marzo 1696) fu Duchessa d'Alençon suo jure e Duchessa di Guisa e Joyeuse per matrimonio. Nel settembre del 1715, a Luisa Elisabetta fu dato il Palazzo del Lussemburgo come sua residenza parigina, dove dava magnifici banchetti. Seconda dei cinque figli di Gastone d'Orléans e di Margherita di Lorena-Vaudémont, non venne cresciuta assieme ai fratelli, bensì in un convento, dal momento che essa era stata destinata a diventare badessa di Remiremont. Elisabetta e Luigi Giuseppe ebbero un figlio: Alla morte del padre essa divenne Duchessa di Alençon come suo proprio diritto;[9] essa mantenne il suo rango di Petit-fil de France durante il suo matrimonio e questo le consentì di conservare il trattamento di Sua Altezza Reale. Nel 1694 Elisabetta cedette il Palazzo del Lussemburgo a Luigi XIV. This file is licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike 3.0 Unported, 2.5 Generic, 2.0 Generic and 1.0 Generic license. Nato a Chilly-Mazarin, un sobborgo a sud di Parigi, era il figlio illegittimo di Filippo d'Orléans (futuro Reggente di Francia, 1715–1723, per conto di Luigi XV) e della sua amante Marie-Louise Madeleine Victorine Le Bel de La Bussière (1684–1748), nota come la comtesse d'Argenton o … Il 15 gennaio 1724 Filippo V abdicò in favore del figlio, che divenne re Luigi di Spagna: Luisa Elisabetta fu regina, ma solo per sette mesi, poiché Luigi morì di vaiolo senza eredi, e la corona tornò a Filippo V. Divenuta vedova a quindici anni, Luisa Elisabetta cadde in un isolamento tale che la Francia le chiese di tornare. Elisabetta Margherita d'Orléans (Parigi, 26 dicembre 1646 – Versailles, 17 marzo 1696 ) fu Duchessa d'Alençon suo jure e Duchessa di Guisa e Joyeuse per matrimonio. Louise Elisabeth d'Orléans, reine d'Espagne.jpg 337 × 500; 103 KB Luisa Isabel de Orleans, reina de España, esposa de Luis I.jpg 1,579 × 1,920; 2.18 MB Luisa.jpg 418 × 671; 43 KB Luisa Elisabetta, regina di Spagna (11 dicembre 1709 – … Pietro Gastone nacque da Pietro d'Alcantara d'Orléans-Braganza - di cui fu il primogenito maschio - e da sua moglie Elisabetta Dobrzensky de Dobrzenicz. Non lasciò alcuna discendenza che le sopravvisse. Elisabetta e Luigi Giuseppe ebbero un figlio: Alla morte del padre essa divenne Duchessa di Alençon come suo proprio diritto;[9] essa mantenne il suo rango di Petit-fil de France durante il suo matrimonio e questo le consentì di conservare il trattamento di Sua Altezza Reale. Duca d'Orléans (in francese: Duc d'Orléans) è un titolo riservato alla famiglia reale francese, creato nel corso del XIV secolo. Il banchetto di nozze fu ospitato dalla duchessa di Borgogna, Maria Adelaide. This page was last edited on 5 August 2020, at 21:37. Il marito di Elisabetta morì nel 1671 a causa del vaiolo contratto durante il viaggio di ritorno da una visita alla corte di re Carlo II d'Inghilterra; il figlio Francesco Giuseppe ereditò quindi i titoli paterni: Duca di Guisa e di Joyeuse, Principe di Joinville. Crebbe al Palais-Royal, la residenza degli Orléans a Parigi, regalo del re ai genitori di suo padre, in occasione del matrimonio del figlio. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 22 set 2020 alle 18:08. Il 5 maggio 1714, il marito Carlo di Borbone-Francia morì per le lesioni interne riportate in un incidente di caccia e Luisa Elisabetta fu da questo momento conosciuta come duchessa vedova di Berry, (madame la duchesse de Berry douairière), titolo che mantenne fino alla sua morte. Quando si discusse in alternativa del matrimonio del duca di Berry invece con Maria Luisa Elisabetta, la zia avrebbe messo in giro la voce di una sua relazione incestuosa con il padre. La duchessa ordinò che le governanti del figlio continuassero a ricevere il loro stipendio annuale. Era figlia di Gastone d'Orléans e prima cugina del re Luigi XIV di Francia. Non lasciò alcuna discendenza che le sopravvisse. Alla nascita ricevette il titolo onorifico di "mademoiselle d'Orléans", che dopo il suo matrimonio passò alla sorella minore Luisa Adelaide. Dopo l'emanazione dell'Editto di Fontainebleau, che revocava l'Editto di Nantes, nell'ottobre 1685, Elisabetta creò una casa per "nuovi convertiti" nelle sue terre di Alençon e si dedicò attivamente alla conversione degli Ugonotti locali. A sua volta, Luisa Elisabetta prese come amante, un certo monsieur La Haye (che fece seguito a monsieur de Salvert), concependo un piano per fuggire nei Paesi Bassi. Di conseguenza, nel 1721, ad appena dodici anni, Louisa Elisabetta andò a Madrid: venne accolta dalla famiglia reale spagnola in modo freddo, in modo particolare dalla matrigna del suo futuro marito, Elisabetta Farnese. Nel 1718 scoppiò una guerra fra Francia e Spagna e due anni dopo Filippo V di Spagna volle stipulare la pace proponendo un doppio matrimonio: sua figlia di tre anni Marianna Vittoria avrebbe sposato Luigi XV e suo figlio ed erede Luigi di Spagna avrebbe sposato una delle figlie del Reggente. Nel 1713 diede alla luce un figlio maschio al quale fu conferito il titolo di duca d'Alençon, che visse solo pochi mesi. Alla nascita ricevette il titolo onorifico di "mademoiselle d'Orléans", che dopo il suo matrimonio passò alla sorella minore Luisa Adelaide. Nel 1672 essa ricavò un appartamento privato per sé stessa nell'abbazia di Saint Pierre de Montmartre, dove incontrava spesso Mademoiselle de Guise e la sorella badessa. Era la figlia maggiore sopravvissuta di Filippo II di Borbone-Orléans, duca di Chartres e futuro duca di Orléans, che in seguito divenne reggente di Francia, e di sua moglie, Francesca Maria di Borbone-Francia, figlia legittimata del re Luigi XIV e della sua amante ufficiale, madame de Montespan. Ancora incapace di camminare all'età di quattro anni, Francesco Giuseppe venne fatto cadere dalla sua governante e, nel 1675, al Palazzo del Lussemburgo, morì per il trauma cranico riportato.[4]. Con l'aiuto della futura cognata Maria Adelaide di Savoia, moglie di Luigi duca di Borgogna, la scelta cadde su Maria Luisa Elisabetta. Line: 107 Maria Luisa Elisabetta di Orléans, (Marie Louise Élisabeth) (Versailles, 20 agosto 1695 – Parigi, 21 luglio 1719), nota come Mademoiselle d'Orléans, fu una principessa del sangue di Francia, e, attraverso le nozze con suo cugino il Duca di Berry, divenne una petite-fille de France ed assunse il trattamento di Altezza Reale. Line: 24 Crebbe al Palais-Royal, la residenza degli Orléans a Parigi, regalo del re ai genitori di suo padre, in occasione del matrimonio del figlio. Poco dopo divenne pubblico che il duca di Berry aveva preso come amante una delle sue cameriere. 141 relazioni. Dopo l'emanazione dell'Editto di Fontainebleau, che revocava l'Editto di Nantes, nell'ottobre 1685, Elisabetta creò una casa per "nuovi convertiti" nelle sue terre di Alençon e si dedicò attivamente alla conversione degli Ugonotti locali. English: Marie Louise Élisabeth d'Orléans (Palace of Versailles, 20 August 1695 – Paris, 21 July 1719) was a member of the House of Orléans and a princess of the blood.After her marriage to her cousin, the Duke of Berry, she became a "granddaughter of France. Sua nonna paterna, Elisabetta Carlotta del Palatinato, scrisse nelle sue memorie che a partire da un'età molto precoce, Luisa Elisabetta: ...era fatta tutta a suo modo, e non sorprendeva dunque che fosse come un cavallo testardo.... Si ammalò ancora di vaiolo a dieci anni e rischiò di morire. Divenuta petite fille de France ebbe diritto di avere una propria corte e sua dama d'onore fu Maria Gabriella de Durfort de Lorges, moglie di duca di Saint Simon e sua dama di compagnia sua cugina Maria Anna di Borbone-Condé. He buhez. Jean Ranc - Luisa Isabel de Orleans.jpg 2 347 × 3 051; 1,06 M Elisabetta Carlotta di Borbone-Orléans. Line: 478 Non lasciò alcuna discendenza che le sopravvisse. Quando Maria Luisa Elisabetta fu a pranzo dal re, suo nonno materno, onore riservato ai fils de France, questo episodio avrebbe alimentato la rivalità esistente tra le casate dei Borbone-Orléans e dei Borbone-Condé. Era la figlia maggiore sopravvissuta di Filippo II di Borbone-Orléans, duca di Chartres e futuro duca di Orléans, che in seguito divenne reggente di Francia, e di sua moglie, Francesca Maria di Borbone-Francia, figlia legittimata del re Luigi XIV e della sua amante ufficiale, madame de Montespan. Con l'aiuto della futura cognata Maria Adelaide di Savoia, moglie di Luigi duca di Borgogna, la scelta cadde su Maria Luisa Elisabetta. Nel novembre 1676, mentre stava seguendo la conversione di una dama protestante, Isabelle commissionò a Marc-Antoine Charpentier il primo di una serie di oratori che narravano la storia di Santa Cecilia e della sua vittoria sul marito ed il fratello con riguardo al cristianesimo. Luisa Elisabetta di Borbone-Orléans è uno dei personaggi principali del romanzo "L'Échange des princesses" di Chantal Thomas e del film omonimo realizzato nel 2017 da Marc Dugain. La sua scarsa educazione ostacolò la sua capacità di adattarsi alla corte spagnola ed ella reagì chiudendosi in sé stessa e sfoggiando un comportamento indecente, come camminare nuda, ruttando ed emettendo flatulenze in pubblico. Elisabetta Margherita nacque a Parigi, al Palazzo del Lussemburgo, all'epoca chiamato Palais d'Orléans, ed attualmente sede del Senato di Francia;[2] il palazzo era stato ceduto al padre alla morte di sua madre, Maria de' Medici, nel 1642. Alla morte di sua madre, avvenuta nel 1672, Isabelle si trasferì nel Palazzo del Lussemburgo assieme al figlioletto. In occasione del doppio matrimonio di Luigi-Enrico di Borbone-Condé, duca di Borbone con Maria Anna di Borbone-Conti (mademoiselle de Conti) e di Luigi Armando II di Borbone-Conti, principe di Conti con Luisa Elisabetta di Borbone-Condé mademoiselle de Bourbon, nello stesso anno, apparve coperta di tutti i gioielli della corona che il re le aveva prestato, per un valore di diciotto milioni di lire. File: /home/ah0ejbmyowku/public_html/application/views/user/popup_modal.php Function: require_once, Message: Undefined variable: user_membership, File: /home/ah0ejbmyowku/public_html/application/views/user/popup_modal.php Discendeva sia dalla famiglia reale francese che inglese, poiché i suoi nonni paterni erano Luigi XIII di Francia e Anna d'Austria e quelli materni erano Carlo I … Elisabetta ed il Duca si sposarono al castello di Saint-Germain-en-Laye il 15 maggio 1667 alla presenza della corte e dei Principi del Sangue; suo marito, di quattro anni più giovane di lei, era non solo sotto la tutela legale della zia, l'orgogliosa Mademoiselle de Guise (Maria I di Guisa). Louise Élisabeth d'Orléans (1709-1742), anavezet e Spagn evel Luisa Isabel de Orleans, a oa ur briñsez c'hall dimezet da Luis Iañ, pe Loeiz Iañ Spagn (1707-1724), roue Spagn eus Genver da Eost 1724, e-pad 229 deiz.. E lez Spagn e oa brudet hec'h emzalc'h iskis, ma veze graet anezhi gant lod La reina loca, ar rouanez foll.. Function: _error_handler, Message: Invalid argument supplied for foreach(), File: /home/ah0ejbmyowku/public_html/application/views/user/popup_modal.php Il 5 maggio 1714, il marito Carlo di Borbone-Francia morì per le lesioni interne riportate in un incidente di caccia e Luisa Elisabetta fu da questo momento conosciuta come duchessa vedova di Berry, (madame la duchesse de Berry douairière), titolo che mantenne fino alla sua morte. Elisabetta Margherita aveva inoltre una sorellastra maggiore: Conosciuta come Mademoiselle d'Alençon fino al suo matrimonio, Isabelle (Elisabetta Margherita) era molto amica della giovane Louise Françoise de La Baume Le Blanc, che sarebbe divenuta Duchessa de La Vallière nonché amante di re Luigi XIV e che era cresciuta a Blois nell'entourage della sorella di Elisabetta, Margherita Luisa. La madre di Maria Luisa Elisabetta, Francesca Maria di Borbone-Francia era in cattivi rapporti con la sorella maggiore Luisa Francesca di Borbone-Francia, moglie di Luigi III di Borbone-Condé, a causa del fatto che il suo matrimonio con il duca di Orléans le aveva conferito la precedenza a corte. Line: 315 Luisa Maria (1726 - 1728) Luigi Filippo I (1725 - 1785) Figli. Elisabetta Margherita d'Orléans (Parigi, 26 dicembre 1646 – Versailles, 17 marzo 1696[1]) fu Duchessa d'Alençon suo jure e Duchessa di Guisa e Joyeuse per matrimonio. Elisabetta Carlotta d'Orléans Elisabetta Carlotta di Orléans ritratta da Pierre Gobert nel XVIII secolo. Maria Luisa Elisabetta di Orléans, (Marie Louise Élisabeth) (Versailles, 20 agosto 1695 – Parigi, 21 luglio 1719), nota come Mademoiselle d'Orléans, fu una principessa del sangue di Francia, e, attraverso le nozze con suo cugino il Duca di Berry, divenne una petite-fille de … Dal momento del suo matrimonio fino alla sua morte, Elisabetta venne conosciuta come Madame de Guise; la sua breve unione con il Duca di Guisa produsse un figlio Francesco Giuseppe. Line: 208 He buhez. Era stato deciso che la figlia maggiore, e la più bella, Margherita Luisa, avrebbe sposato Luigi, mentre Francesca Maddalena sarebbe andata sposa di un altro principe europeo. Function: view, Abbé Rombault, "Élisabeth d'Orléans ...," in, Maria di Borbone, duchessa di Montpersier, Margherita Luisa, granduchessa di Toscana, Francesco Giuseppe di Lorena, duca di Guisa, Cristiano Alberto di Hohenlohe-Langenburg, Anna Francesca Enrichetta Luisa de Casado, Federico Magnus di Leiningen-Dagsburg-Hartenburg, Francesco Federico di Sassonia-Coburgo-Saalfeld, Ernesto Federico di Sassonia-Coburgo-Saalfeld, Sofia Antonietta di Brunswick-Wolfenbüttel. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 22 set 2020 alle 18:08. Line: 479 Elisabetta Margherita aveva inoltre una sorellastra maggiore: Conosciuta come Mademoiselle d'Alençon fino al suo matrimonio, Isabelle (Elisabetta Margherita) era molto amica della giovane Louise Françoise de La Baume Le Blanc, che sarebbe divenuta Duchessa de La Vallière nonché amante di re Luigi XIV e che era cresciuta a Blois nell'entourage della sorella di Elisabetta, Margherita Luisa. L'unione con il marito fu inizialmente felice, ma in seguito gli sposi cominciarono a litigare in pubblico. La madre di Maria Luisa Elisabetta, Francesca Maria di Borbone-Francia era in cattivi rapporti con la sorella maggiore Luisa Francesca di Borbone-Francia, moglie di Luigi III di Borbone-Condé, a causa del fatto che il suo matrimonio con il duca di Orléans le aveva conferito la precedenza a corte. Il contenuto è disponibile in base alla licenza, Maria Luisa Elisabetta di Borbone-Orléans, Ultima modifica il 22 set 2020 alle 18:08, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Maria_Luisa_Elisabetta_di_Borbone-Orléans&oldid=115652741, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. Un possibile candidato per la mano di Elisabetta era invece Carlo Emanuele II, duca di Savoia, il quale però sposò la sorella più giovane, Francesca Maddalena appunto, il 4 marzo 1663. La cugina, Luisa Elisabetta di Borbone-Condé fu proposta come possibile moglie per Carlo di Borbone-Francia, duca di Berry, terzogenito di Luigi, il Gran Delfino e di sua moglie, Maria Anna di Baviera. Era figlia di Gastone d'Orléans e prima cugina del re Luigi XIV di Francia. Dal 1715 suo padre era sovrano de facto di Francia come reggente per il giovane Luigi XV di Francia. Era figlia di Gastone d'Orléans e prima cugina del re Luigi XIV di Francia. Fu molto legata al padre, che l'aveva vegliata personalmente in occasione di una sua grave malattia intorno ai sei anni. Maria Luisa Elisabetta di Orléans, (Marie Louise Élisabeth) (Versailles, 20 agosto 1695 – Parigi, 21 luglio 1719), nota come Mademoiselle d'Orléans, fu una principessa del sangue di Francia, e, attraverso le nozze con suo cugino il Duca di Berry, divenne una petite … Elisabetta Margherita era conosciuta con il suo primo nome, Elisabetta, ma essa si firmò sempre come Isabelle. Il 16 giugno 1714, sei settimane dopo la morte del marito, diede alla luce, a Versailles, una bambina che morì il giorno seguente. Secondo quanto riportato da Saint-Simon, l'autopsia rivelò che la duchessa era di nuovo incinta. Dopo il 1675 questo piccolo circolo famigliare si allargà quando la sorella di Elisabetta, Margherita Luisa, granduchessa di Toscana, lasciò il marito e si trasferì in un appartamento all'interno delle mura dell'abbazia dove visse in una specie di regime di arresti domiciliari. Il banchetto di nozze fu ospitato dalla duchessa di Borgogna, Maria Adelaide. Files are available under licenses specified on their description page. The French Royal Family: Titles and Customs, Maria Luisa Elisabetta di Borbone-Orléans, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Elisabetta_d%27Orléans&oldid=115579253, Voci biografiche con codici di controllo di autorità, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. Fu battezzata a Saint-Cloud il 29 luglio 1696. Maria Luisa Elisabetta di Orléans, (Marie Louise Élisabeth) (Versailles, 20 agosto 1695 – Parigi, 21 luglio 1719), nota come Mademoiselle d'Orléans, fu una principessa del sangue di Francia, e, attraverso le nozze con suo cugino il Duca di Berry, divenne una petite-fille de France ed assunse il trattamento di Altezza Reale. [1], Il contenuto è disponibile in base alla licenza, Ultima modifica il 19 set 2020 alle 21:56, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Luisa_Elisabetta_di_Borbone-Orléans&oldid=115598362, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo, 11 dicembre 1709 – 20 gennaio 1722: "Sua Altezza Serenissima", 20 gennaio 1722 – 15 gennaio 1724: "Sua Altezza Reale" la Principessa delle Asturie, Principessa ereditaria di Spagna, 15 gennaio 1724 – 31 agosto 1724: "Sua Maestà" la Regina di Spagna, 31 agosto 1724 – 16 giugno 1742: "Sua Maestà" la Regina vedova di Spagna. Abbé Rombault, "Élisabeth d'Orléans ...," in, Maria di Borbone, duchessa di Montpersier, Margherita Luisa, granduchessa di Toscana, Francesco Giuseppe di Lorena, duca di Guisa, Cristiano Alberto di Hohenlohe-Langenburg, Anna Francesca Enrichetta Luisa de Casado, Federico Magnus di Leiningen-Dagsburg-Hartenburg, Francesco Federico di Sassonia-Coburgo-Saalfeld, Ernesto Federico di Sassonia-Coburgo-Saalfeld, Sofia Antonietta di Brunswick-Wolfenbüttel. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 18 set 2020 alle 16:50. Dal momento del suo matrimonio fino alla sua morte, Elisabetta venne conosciuta come Madame de Guise; la sua breve unione con il Duca di Guisa produsse un figlio Francesco Giuseppe. Fu molto legata al padre, che l'aveva vegliata personalmente in occasione di una sua grave malattia intorno ai sei anni. Dopo il 1675 questo piccolo circolo famigliare si allargà quando la sorella di Elisabetta, Margherita Luisa, granduchessa di Toscana, lasciò il marito e si trasferì in un appartamento all'interno delle mura dell'abbazia dove visse in una specie di regime di arresti domiciliari. La cugina, Luisa Elisabetta di Borbone-Condé fu proposta come possibile moglie per Carlo di Borbone-Francia, duca di Berry, terzogenito di Luigi, il Gran Delfino e di sua moglie, Maria Anna di Baviera. Elisabetta ed il Duca si sposarono al castello di Saint-Germain-en-Laye il 15 maggio 1667 alla presenza della corte e dei Principi del Sangue; suo marito, di quattro anni più giovane di lei, era non solo sotto la tutela legale della zia, l'orgogliosa Mademoiselle de Guise (Maria I di Guisa).

Gomorra Film 2019, Ossario Di Castagnevizza, Lukas Morning Routine, Visita Intramoenia Serve Impegnativa, Meteo Follonica Weekend, 21 Giugno 2002, Pizzeria Da Cicciotto A Marechiaro, Morti Il 1 Giugno, Liceo Scientifico Internazionale Cambridge, Scuola Statale Regina Elena Via Puglie,

0 0